Giovanni Zanetti

Giovanni Zanetti

Nasce a Pocenia (UD), dove risiede, il 2 novembre 1948. Compie gli studi superiori classici ed inizia quelli musicali in Seminario. Presso l’allora Istituto Musicale pareggiato “J. Tomadini” di Udine frequenta i corsi di Corno, con i professori Miglioranzi, Cazzola e Arvati, e di Organo e Composizione organistica sotto la guida del m° d.Albino Perosa, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode.

Studia Composizione nella scuola del m° Daniele Zanettovich e, successivamente, Contrappunto e Fuga a Milano con il m° Renato Dionisi. Frequenta l’Accademia di Organo di Pistoia con il m° Luigi Ferdinando Tagliavini e quella di Pescara in Direzione di Coro con il m° Marcel Couraud. Ha seguito inoltre corsi di Flauto dolce con Milos Pahor e Sergio Balestracci, e di Viola da gamba con Pere Ros. Dal 1973 inizia un’intensa attività di direzione con il Gruppo Corale “Sot el Agnul” di Galleriano che continuerà ininterrotta sino al 1991 quando assume la Direzione della Cappella Musicale della Cattedrale di Udine.

L’anno successivo, per un breve ma intenso periodo, accetta la direzione anche degli “Juvenes Cantores” del Duomo di Udine con i quali sostiene diversi concerti e partecipa a rassegne tra le quali quella internazionale di Loreto. Dal 1980 inizia e continua la Direzione del Coro de “La biele compagnie” di Pocenia. Con questi cori svolge una notevole presenza concertistica in regione, in Italia (Venaria Reale, Lucca, Milano, Latina, Venezia, Zibello e Busseto, Ravenna, Moiano di Caserta), ed all’estero (Ginevra, St. Jean de Maurienne, Rouen, Lourdes, Cernay, S. Paolo in Brasile, in diverse località in Austria e in Germania), sia con repertori classici che con canti popolari di cui spesso è l’armonizzatore. Contemporaneamente si interessa di Musica antica suonando il flauto dolce e il clavicembalo in un gruppo strumentale barocco e ricercando ed eseguendo con i cori musiche rinascimentali e barocche.

Ha pubblicato presso l’editore parigino Alphonse Leduc una composizione per due trombe, due corni e pianoforte a quattro mani che è stata recensita in una qualificata rivista musicale degli Stati Uniti d’America. Dal 1975 è docente di Cultura musicale generale presso l’Istituto Musicale “J. Tomadini” che dal 1981 diventa Conservatorio Statale. Avvia la cattedra di Musica Corale e Direzione di Coro nello stesso Conservatorio e mantiene tale insegnamento per quattro anni sino alla nomina di un titolare. Dal 1989 gli vengono affidati i corsi sperimentali di Armonia e Analisi musicale nel Conservatorio e nella maxisperimentazione del Liceo musicale. Dal 1991 al 1997 è Maestro di Cappella presso la Cattedrale di Udine. Per i cori compone ed esegue diverse musiche sia per la liturgia sia per i concerti; in particolare compone musiche per le varie festività continuando così una tradizione plurisecolare della stessa Cappella Musicale. Come Maestro di Cappella, in occasione della visita del Papa a Udine (1992), ha diretto i cori durante la S. Messa e un concerto vocale-strumentale con musiche per Soli, coro e orchestra di G.B. Candotti, J. Tomadini, B. Cordans e A. Perosa.

Dal novembre 1994 è designato dai docenti Direttore del Conservatorio di Udine, mandato che terrà sino al 2002; in tale incarico ha diretto il coro e l’orchestra del Conservatorio presentando opere di autori friulani inedite. Ha diretto l’orchestra Filarmonica di Udine proponendo, tra l’altro, la Sinfonia inedita di Piero Pezzè. Con i cori riuniti della Cappella musicale della cattedrale di Udine, dei “Juvenes cantores”, “Sot el Agnul” di Galleriano e l’orchestra “Città di Udine” ha diretto il concerto vocale e strumentale in onore di Albino Perosa nel suo ottantesimo compleanno. E’ membro della Commissione artistica dell’Unione Società Corali del Friuli, lo è stato dell’Associazione “Paolino d’Aquileia” per la musica sacra, membro della Commissione Liturgica dell’arcidiocesi di Udine (esperto per la musica sacra), è stato membro della Commissione giudicatrice del Concorso Internazionale di Canto Corale “C.A. Seghizzi” di Gorizia, di Concorsi organistici nazionali e di altre commissioni giudicatrici di Concorsi di Canto corale e di Complessi bandistici.

Dall’inizio del 1998 dirige il gruppo corale “Schola dilecta”, nato, a seguito della conclusione dell’incarico di maestro di cappella del Duomo di Udine, dalla volontà dei cantori stessi di proseguire il rapporto artistico. Ne segue un fecondo periodo compositivo nel quale il Coro “Schola dilecta” diventa laboratorio ed esecutore nelle varie liturgie. Con lo stesso Coro potrà presentare composizioni inedite di autori friulani ricercate e trascritte, tra i quali Giovanni Battista Candotti del quale la Messa op. 330 per soli, coro e organo, verrà eseguita in diversi luoghi della Regione ma anche a Vienna, nel Duomo di S. Stefano, e nel Duomo di Salisburgo, ottenendo apprezzamenti sia per l’esecuzione che per l’opera del Candotti.

Ha ricercato e revisionato diverse opere di Bartolomeo Cordans delle quali ha curato e diretto le esecuzioni. In occasione del 250° anno della nascita di Mozart ha curato e diretto la messa KV 259 “Orgel-Solo” e opere di Candotti a Budapest, a Venzone e Udine. Ha pubblicato per l’Editore A. Leduc di Parigi “Quattro carmi medievali” per due trombe, due corni e pianoforte a quattro mani. Per Pizzicato di Udine ha pubblicato alcune sue composizioni corali per la Liturgia, la revisione della Messa op. 330 di G.B. Candotti e un’antologia di composizioni di musica sacra, per conto dell’U.S.C.I regionale, in occasione del 250° anniversario della nascita dello stesso musicista friulano.